Make your own free website on Tripod.com

                                       LE POESIE DI WALTER

 
Walter, 78 e 99

 



 

A MIO PADRE

 

Papà, fu quello l’ultimo abbraccio
ad una vita che si spegneva.
Il tuo petto vicino al mio,
sentivo quasi il battito del tuo cuore.
Papà mio nobile e leale,
impavido scudiero nella lotta alla morte.
Stremato, ma sorridente fosti
nel pronunciare il mio nome.
Io, sarò sempre vicino al tuo cuore,
come quel bocciolo di rosa che ti
posi sul petto, prima che
ti rinchiudessero
nel freddo eterno.




L’OBLIO

 

Cigola l’uscio
sospinto dal vento,
come un lamento strappato
ad un pianto.
Soffia a folate sopra ogni cosa,
porta con sé ricordi di vita.
La porta si chiude ad un ultimo soffio e
divide il mio dal tuo mondo,
non più ricordi, ma solo l’oblio e,
torno anch’io 
nel mio essere eterno.



IL SENSO DEL VIVERE

 

Come lamina sottile
sfregia l’anima mia
il sapere che non udrò
mai più la tua voce,
non vedrò più i tuoi occhi.
Spero, che tu, comunque,
esista,
se no, che senso 
avrebbe…….il vivere!



IL MARE

 

La tua immensità…
mi riempie,
il tuo profumo…
mi inebria.
Ti sento familiare
anche quando ti infuri,
ed il vento scompiglia
i miei capelli,
ed il tuo sapore salmastro
mi scende nella gola. 

 



IL BORGO

 

Brezze salmastre sull’orlo
di uno strapiombo che si
affaccia sull’immenso.
Odore di muffa e
tepore dei sottoboschi,
trafitti da lance di luce.
Acre odore di fumo
Nei vicoli dei piccoli borghi.
Sensazioni forti
di questo antico, piccolo
borgo.



STARTI ACCANTO

 

Ti sono stato vicino
fin dal primo giorno,
forte, impavido,
genio senza stanchezza,
grande esempio di amicizia.
Che affanno, che impresa però!
Ho sperimentato il nulla,
squarci senza balsamo,
sconfitte indicibili.
Tu, stella di prima grandezza…
io….fuoco d’artificio. 



HAI MAI PROVATO

Hai mai provato a stare dentro
il cristallo del fondo d’un bicchiere
e vedervi il vino versare 
come un mare di colore che ti sfiora
ma non ti tocca?
Hai mai provato ad essere un asse,
la maniglia d’un metrò 
che s’aggrappa alle mani
per cercarvi nel palmo 
il calore e non cadere?
Hai mai provato cosa vuol dire 
stare dentro un vestito estivo rosso,
di una donna grassa che si specchia
dal manifesto pubblicitario d’un profumo?
Sei mai stata dentro quelle mani
o quelle braccia d’un uomo
che ha lavorato con l’orgoglio dei campi,
e che prega ancora al crocifisso
il nome del tuo primo figlio,
che avrà lo sguardo di suo padre,
e, dentro un nascondiglio
ritrovarvi gli occhi vivi di tuo padre?

 

 

 

 

Walter scrive per la sua adorata Delly

..per  aggiungere ancora molta tenerezza ai vostri nomi (donatella)

 

SO CHE CI SEI

 

So che ci sei,

e come me colori di rosso

le emozioni;

 so che mi vuoi

 e mi porterai con te

 come il vento porta via le foglie;

 so che mi ami

e il dolore si staccherà dal cuore;

  so che lotteremo

 per non perderci mai

 per non morire senza noi.

 

 

 

AIUTAMI AD ESISTERE

 

Bagliori

nei miei infuocati deserti

mi fanno correre

col palpitante galoppo

del mio cuore,

senza un attimo di sosta

verso la spiaggia,

dove la mia riva

attendera' il tuo mare,

che lambirà il mio corpo

placando l'arsura

del desiderio,

e tu

aiutami se vuoi

ad esistere

col tuo amore.

 

GUARDARSI DENTRO

 

Non sempre e' facile guardarsi dentro,

spesso non vuoi vedere, non vuoi sentire

quello che il cuore o la mente ti sussurrano.

A volte le loro urla ti sconvolgono

e allora vorresti fuggire.

Trovare un posto dove non possano

più trovarti.

Ma sai che non e' possibile,

che devi resistere, che devi lottare,

è certo più facile arrendersi

che continuare a scalare la montagna.

    E quanto più sali,

   tanto più senti le gambe stanche,

   e la salita sembra non finire mai.

   Ma quando la cima sarà finalmente tua,

   quello che vedrai sarà di una bellezza

   che ti mancheranno le parole per descriverlo.

Il respiro ti si fermerà in gola,

non sentirai le tue stesse parole,

ma la tua mente si fonderà

con il cielo infinito.

    Ed allora potrai tornare,

   e nulla piu' potrà contro di te:

   perchè avrai conosciuto te stessa

   e la tua luce mai si spegnerà.

 

                                                 Walter


 

Scrivi