Butterfly
Make your own free website on Tripod.com


 

BENVENUTI...che il messaggio d'amore e di poesia possa essere recepito, violato, modificato, che in esso rimanga il senso per il quale è stato reso pubblico...


 

Paese (la mia vita filtrata attraverso la "mia poesia")...

Paese, paese mio, mai volsi lo sguardo per rivederti. Ti ricordo in cima ad una collina, allora sembrava una montagna incisa da percorsi arditi ed irti sentieri costeggiati da rovi pungenti. Ti canto nel mio corpo, tu mi hai partorito senza armonia, grezza materia da plasmare. Le mani dello scultore hanno impresso le tue forme, aspre curve, tortuosi viali, la mente come torrente, scende a valle e rovina fra sassi e tronchi trascinati dalla corrente.Corre la fanciulla fra case antiche, mura screpolate, corre a perdifiato, non sa capire, sorride e piange, saltella fra zolle d’erba, cerca l’allegro canto della rondine, allunga la mano per accarezzar l’aria incerta della primavera.
Ora, che la memoria rinnova il quadro dipinto dal tempo che corrode la pregiata tela, ora, che nulla può essere trasformato, sorrido e piango nascosta fra i veli tessuti dal ragno, re delle realtà nascoste fra polvere magica, fiori secchi e bottiglie scomposte.
Il din, don della campana a festa, la lunga fila di nere persone che accompagnano la morte, l’allegra piazza addobbata d’effimere lampade di luce e ombra, il carnevale con le maschere dell’ebbrezza e della malinconia, la neve caduta sulle chiome verdi di un albero scintillante di finta gioia, la vecchia chiesa che accoglie le fervide lacrime del peccatore pentito, il ramo dell’ulivo, offerto come messaggero di pace: tutto questo io sono, paese mio. Rincorro la mia genesi e come indomito soldato cavalco il vecchio e stanco destriero che segue il sentiero, finalmente esausto, cerca d’appoggiare le stanche membra nel rifugio tiepido di un casolare che ha resistito a tutte le battaglie.




 

Mi piace  scrivere, leggere, adoro la musica, amo la gente e gli orizzonti piatti......

 


 

I MIEI LINK PREFERITI


                  

                   

 

           

 

AGGIORNAMENTO:

 

 

 

ALTALENA FERMATI. 
IL DONDOLIO M' ALIENA.
PRENDI LA MIA PENA
AFFIDALA A QUALCUNO,
SOLO PER UN ATTIMO,
IO SAPRÒ CHI SONO.


 

 

 

 

Corri, piccola donna, la strada è deforme.

I falchi attendono impazienti l'ignara preda. Smemorata, allegra, saltelli nella        vallata......Ancora sarai piccola donna, ancora dirai finchè ti è dato essere........

 


 

Di notte leggevo poesie al lume

di candela, ascoltavo i sussurri

del vento e la mia casa

in certi momenti diventava

un universo......

 

 

 

Sorridi. La vita è come una siepe 

fiorita in una foresta di solitudine 

dove le foglie sono speranze, i fiori 

i sogni, le spine i giorni tristi 

della vita. Sorridi perchè le spine, una

alla volta cadranno e la siepe fiorirà

ancora a primavera.

 

 


Tutto ciò che troverete in queste pagine è germogliato dalla mia fantasia, dal mio inguaribile desiderio di andare oltre i confini della realtà, di passeggiare nel libero mondo della Poesia.

Donatella   

 

 


 

 

 

 

Ricki....la gioia! 

 

 

Ricki, il mio adorato nipotino, grande gioia della mia vita. E' arrivato ad allietare un autunno stanco ma riscoperto vigoroso nel grande amore per questa piccola creatura.."cresceremo" assieme se tu lo vorrai e voleremo dove nessuno è mai arrivato..voleremo là, dove la fantasia fa di ognuno di noi un unico essere...

 

 

 

           LA MIA FOTO

                                                      

                         

           

          

             

          

       

                                           

                


 

           

           

           

           

           

           

           

         

           

           

           

           

           

             

           

           

           

                                                                                     


 

          

          

          

          

                     

Gennaio 2001

Dedicato ad Enio Solino che mi ha insegnato "la via del Web"

Donatella

 

.....dovremmo vivere ogni giorno come se per tutta la vita avessimo atteso quel giorno, perchè il giorno più bello è forse, quello che non abbiamo mai vissuto.....


 

Ora riverso in voi tutto l'amore di una vita...

perchè nessun amore è più vero di quello tenuto segreto...